Guida al corretto utilizzo delle cartucce

L’argomento toner riguarda molti di noi ma nessuno o quasi conosce le caratteristiche necessarie per rendere più performante questo oggetto. Spesso li acquistiamo con poca consapevolezza, in fretta e senza prestare attenzione alle loro capacità, ci troviamo così a non poterne mai valutare la durata. In certi casi addirittura è difficile capire quanto dura una cartuccia di stampa, specialmente nelle compatibili o rigenerate. 

Si deve considerare che tutti i consumabili da stampa, anche le piccole cartucce INK-JET della stampanti casalinghe, hanno un contatore interno che conta i passaggi dei fogli, queste stampanti in particolare hanno una durata vita macchina, vuol dire che ad un certo punto la macchina rischia il blocco e non stampa più. 

Il contatore dei Toner o delle Cartucce e controllato da un Chip posto sul consumabile stesso, non è più come una volta che bastava scuotere il Toner e si continuava a stampare. Inoltre in tutte le stampanti a colori se finisci una cartuccia la macchina si blocca, e non riesci più a stampare nemmeno in bianco e nero.

Iniziamo a fare un po di chiarezza parlando della resa per pagina; costituita dal numero totale di pagine che possono essere stampate con una cartuccia di stampa. I produttori di stampanti in passato hanno usato diverse metodologie per misurare la resa delle cartucce, rendendo difficile il confronto tra diverse marche. Per questo preciso motivo tutti i produttori di stampanti hanno iniziato a collaborare con l’organizzazione ISO, per creare nuovi standard di misurazione della resa per pagina. Il 13 dicembre 2006, l’organizzazione ISO approvò il nuovo standard per la misurazione della resa per pagina delle cartucce di stampa di inchiostro (ISO/IEC 24711) e toner a colori (ISO/IEC 19798). Questi nuovi parametri integrano lo standard di resa ISO/IEC 19752 per le cartucce di stampa di toner monocromatiche pubblicato nel giugno 2004.

Resa ISO e resa reale

Dato che il test di resa ISO è un test controllato, non sarà possibile replicare esattamente le condizioni e i parametri d’uso del test di resa ISO da parte del cliente nel mondo reale. Di conseguenza, la resa per pagina reale presenterà variazioni alte o basse a seconda di fattori quali copertura della pagina, dimensioni del processo, tipo di supporto, condizioni ambientali, determinazione della durata e stampa fronte/retro o su singola facciata. I risultati di resa per pagina ISO sono simili alle prestazioni di consumo per le autovetture espresse in kilometri per litro (KPL). Le prestazioni KPL sono uno strumento utile per confrontare le economie di carburante di diversi veicoli ma non sono sempre in grado di predire accuratamente i KPL che riusciremo ad ottenere in realtà. I KPL reali sono influenzati da come e dove si guida, condizioni e manutenzione del veicoli, variazioni del carburante e altri fattori.

Le ricerche di settore hanno dimostrato che la copertura media per pagina, per una pagina in bianco e nero, rappresentata come   percentuale della pagina contenente toner, è compresa tra il 4% e il 5%. La Figura 1 mostra la pagina di test, con circa il 5% di copertura, usata per ISO/ IEC 19752.  

La stampa a colori comporta di solito una copertura media per pagina più alta. Per questo motivo, le cinque pagina standard (Figura 2) usato per ISO/ IEC 19798 e 24711, con un insieme di testo e grafica e diverse quantità di copertura, rappresentano nel loro insieme una copertura del 20% (circa 5% per il nero e i tre colori: ciano, magenta e giallo). Se la propria pagina stampata contiene una copertura di pagina più importante delle pagine standard ISO, è d’obbligo pensare che la resa per pagina reale sia inferiore a quella dichiarata. E, sebbene la copertura di pagina sia il fattore più connesso alla resa della cartuccia di stampa, l’effetto degli altri fattori può essere altrettanto importante o superiore.

Normativa ISO; organizzazione internazionale standardizzazione

Nel dicembre 2006, l’ISO approvò nuovi standard per la misurazione della resa per pagina delle cartucce di stampa di inchiostro (ISO/IEC 24711) e toner a colori (ISO/IEC 19798). Questi nuovi parametri integrano lo standard di resa ISO/IEC 19752 per le cartucce di stampa di toner monocromatiche pubblicato nel giugno 2004.

Gli standard ISO per la resa di cartucce di inchiostro e toner definiscono chiaramente le caratteristiche che influenzano la resa e applicano una precisa analisi statistica ai risultati. Da questo momento tutti i produttori di stampanti sono in grado di utilizzare la stessa metodologia per la misurazione della resa delle cartucce.

I dettagli degli standard ISO/IEC sono disponibili sul sito Web all’indirizzo www.iso.org/jtc1/sc28.

Gli standard di resa per pagina

I nuovi standard ISO per la resa di cartucce di inchiostro e toner definiscono chiaramente le componenti principali che influenzano la resa per pagina e applicano una precisa analisi statistica così tutti i produttori possono utilizzare la stessa metodologia di misurazione della resa. Gli standard di resa per pagina consentono cosi di effettuare decisioni di acquisto ponderate valutando in modo oggettivo la resa della cartuccia di stampa.

Nell’immagine sottostante potete vedere esempi di coperture in percentuale ISO: Metodologia di esecuzione dei test.

Le specifiche ISO/IEC 24711 e 19798 attestano che la resa per pagina è determinata usando una suite standard, stampata in un ambiente controllato con le impostazioni predefinite della stampante. Dato che l’ambiente della stampante può influenzare la resa per pagina, l’ambiente di test viene mantenuto a una temperatura controllata di 23 C +/- 2 C.

La suite di test, specificata in ISO/IEC 24712, è progettata per funzionare con carta A4 o 8,5×11″. La suite è un file PDF che comprende quattro pagine tipiche dei clienti e una pagina diagnostica deve essere stampata la versione più recente di un lettore di PDF.

Per il test vengono usati un numero minimo di nove cartucce o gruppi di cartucce fino a quando non raggiungono il termine della durata. Questo permette di avere stime certe della resa media prevista entro limiti definiti statisticamente. Per il test, gli standard consigliano di utilizzare cartucce provenienti da diverse date e sedi di produzione.

Per evitare pregiudizi dati dalla variabilità della stampante, vengono provati tre gruppi di cartucce su tre stampanti diverse. Un numero uguale di gruppi di cartucce vengono usati su ciascuna stampante.

Le rese per pagina ISO sono sempre presentate come sistema cartuccia e stampante. La presentazione delle rese per pagina come sistema rispecchia al meglio le differenze tra velocità della stampante, tabelle colore, routine di manutenzione e frequenze di getto per i diversi modelli di stampanti.

Calcolo delle rese per pagina

La resa per pagina ISO dichiarata deve essere uguale o inferiore al 90% dell’intervallo di confidenza della media. Se il test comprende 9 cartucce, la resa per pagina ISO massima è calcolata come: Resa pagina ISO = Resa pagina media – (1,86 * (dev standard di resa pagina / 3))

Software Risolutivi

Noi di Seven abbiamo un software di monitoraggio che ti dà la possibilità di monitorare la resa per pagine dei Toner o delle Cartucce, e tenere monitorati i consumi. Le aziende che aderiscono ai nostri servizi possono usufruire di questo controllo che permette di risparmiare sui costi di stampa ed avere una gestione dei dati prevenienti dai report mensili. 

Per poter aderire ai nostri servizi contatta il 339/2094978

Noleggia con Noi.

#Be Seven Be Happy